AIAD - Federazione Aziende Italiane per L'Aereospazio, la Difesa e la Sicurezza

CARBON DREAM

CARBON DREAM S.p.A.

This post is also available in: English (Inglese)

This post is also available in: English (Inglese)

Informazioni

  • Dimensione Azienda

    N/A

  • Capitale sociale

    € 1.000.000,00

  • Presidente e Amministratore Delegato

    Fabrizio IPPOLITI

Carbon Dream è una Società per Azioni dal 2007 e fa parte della Carbon Holding, Società a Relazioni Limitate.

Carbon Dream nasce nel 1993 da un’idea del suo Amministratore Unico, il Sig. Fabrizio Ippoliti, da sempre appassionato del mondo dei motori e dall’high-tech.

L’idea iniziale è quella di customizzare alcuni componenti di motociclette, proponendo al mercato parti in fibra di carbonio da sostituire a quelle originali, in metallo.

Carbon Dream ha così un proprio listino di parti estetiche per la personalizzazione delle motociclette.

La produzione di questi componenti prevede la laminazione manuale di tessuto pre-impregnato di resina, la polimerizzazione in autoclave, la rifilatura e verniciatura di un elevato numero di componenti di piccole dimensioni.

Dopo essersi fatta conoscere sul mercato, Carbon Dream vive un primo momento di crescita con la realizzazione ufficiale per Ducati di alcune parti in fibra di carbonio per le moto più conosciute e potenti del tempo.

Si tratta di componenti, quali carene, codoni, parafanghi e vari altri accessori, che Ducati offre direttamente all’interno del proprio listino ufficiale.

La nuova produzione, principalmente per Ducati e Bimota, impone tutta una serie di controlli approfonditi sulle parti in consegna, al fine di garantire la massima qualità dei prodotti finiti.

Se da un lato la produzione per Ducati impone un ulteriore incremento della quantità di parti prodotte, dall’altro consente a Carbon Dream di avere una elevata visibilità anche presso altri marchi blasonati, quali Maserati, Lamborghini, Ferrari e Scuderia Toro Rosso, dei quali diventerà presto fornitore.

Le forniture per Maserati, Lamborghini e Ferrari impongono il conseguimento di standard qualitativi estetici e strutturali di elevatissimo livello, mentre il contratto con Scuderia Toro Rosso impone che un ramo della Produzione sia estremamente flessibile ed efficiente in modo da soddisfare gli stringenti standard qualitativi strutturali e da rispondere in maniera pronta e reattiva alle esigenze logistiche imposte dal mondo della Formula1.

A fianco delle commesse nel campo automotive (che spaziano da componenti estetici, di interni ed esterni, a componenti strutturali, ecc.), vanno ad aggiungersi nuove commesse nel campo racing (realizzazione di componenti per vetture da pista, come splitter, alettoni ed estrattori, caschi per rally, Formula1, racing e caschi motociclistici), nella nautica (realizzazione di boma, crocette, foil ed altre parti strutturali per lo yachting di lusso), nell’interior design, nel settore Difesa (RADAR reflector, componenti per radio bersagli e UAV, pannelli cockpit strumentazione e stampi carlinga) ed altri settori.

Le nuove commesse, specialmente quelle del settore nautico, permettono a Carbon Dream di espandere le proprie conoscenze, competenze ed esperienze in relazione a nuovi processi produttivi, quali l’infusione, il Light-Resin Transfer Moulding, il Mono-VacuumMoulding e lo stampaggio mediante presse a piani caldi, che si riveleranno più efficaci dell’hand lay-up, andando via via a sostituire quasi completamente quest’ultimo.

La collaborazione con Lamborghini, successivamente all’acquisizione del Marchio da parte del Gruppo VolksWagen-Audi, permette a Carbon Dream di essere ulteriormente conosciuta dai grandi costruttori automobilistici, se non addirittura interpellata per chiedere un affiancamento prima, e la sostituzione poi, nella produzione di componenti esterni per Bugatti Veyron prodotti da ATR-MML fino alla data del passaggio di quest’ultima Società al regime di controllo.

La fornitura di componenti per il Bugatti, ma sostanzialmente per il Gruppo VolksWagen-Audi, rappresenta per Carbon Dream un ulteriore passaggio epocale: infatti, per ottenere la qualifica di fornitore ufficiale del Gruppo VW-AG, l’intero Sistema Qualità dovrà adeguarsi ai nuovi standard del Gruppo, allo scopo di permettere il controllo completo dell’intero processo produttivo, nonché la completa tracciabilità di tutti i materiali, inserti e parametri di produzione dei particolari forniti.

Alla produzione in corso, a partire dal 2013, si affiancano via via sempre più importanti commesse nel settore Difesa.

Nel gennaio 2014 l’Azienda ha superato con successo l’audit per la certificazione ISO TS; la preparazione per questo evento ha comportato la revisione e l’ottimizzazione di una serie di procedure interne dell’Azienda (dal livello della Direzione Aziendale, fino al livello dell’Operatore), la qual cosa ha avuto delle ricadute positive sull’intera Azienda, anche in relazione a commesse al di fuori del settore automotive.

L’acquisizione del contratto di fornitura del nuovo modello di Bugatti, la Chiron, ha richiesto una vasta ristrutturazione, che si è concretizzata nella revisione dell’intero layout del piano produttivo (allo scopo di ottimizzare il flusso produttivo e l’ergonomia degli operatori), nell’acquisto ed installazione di una terza autoclave, di un secondo robot di rifilatura/foratura a controllo numerico, di un macchinario a scansione per il controllo dimensionale e della superficie, ed infine nell’adattamento/adeguamento di tutti i sistemi ausiliari allo scopo di sopperire ai carichi dei nuovi macchinari. Nel 2019 l’Azienda ha conseguito la certificazione ISO AS 9100.

Le più recenti direttive relative alla strategia commerciale di Carbon Dream si estrinsecano nella diversificazione dell’attuale produzione, preponderantemente nel settore automotive,  espandendo per quanto possibile la quota dedicata ai settori defense and aerospace.

  • Produzione di particolari in composito per i settori Automotive, Formula1, racing, Difesa & Aerospazio, caschi racing, Nautica, Design;
  • Co-Design a supporto del Cliente per l’industrializzazione di prodotto;
  • Co-Engineering per la progettazione e realizzazione di attrezzature per la produzione di particolari in composito;
  • Ricerca e Sviluppo di materiali compositi avanzati.
  • ARMI, SISTEMI DI ARMA E MUNIZIONAMENTO
  • COMPONENTI
  • INFRASTRUTTURE FISSE E CAMPALI, SUPPORTO LOGISTICO E PER ADDESTRAMENTO DEL PERSONALE
  • VARIE
  • PIATTAFORME
  • SENSORI
  • ARMI
  • SISTEMI D'ARMA
  • INDUSTRIALIZZAZIONE E REALIZZAZIONI DI PARTI IN MATERIALE COMPOSITO
  • INFRASTRUTTURE ED EQUIPAGGIAMENTI
  • SIMULATORI
  • RADIOBERSAGLI
  • CASCHI
  • MEZZI NAVALI
  • DIFESA AEREA E SORVEGLIANZA
  • ELETTROOTTICI, FOTOGRAMMETRICI E VISORI NOTTURNI
  • ELETTROACUSTICI
  • protezioni balistiche
  • scudi per cannoni e lanciatori di missili
  • artiglierie medie e grosso calibro
  • mine
  • componenti di missili
  • missili e lanciatori
  • armi portatili
  • lanciarazzi
  • artiglierie piccolo calibro
  • torrette per carri armati
  • sonar per siluri
  • siluri e bombe di profondità
  • sistemi per guida missili e siluri
  • sistemi missilistici e di direzione del tiro
  • sistemi di difesa ravvicinata navale (CIWS)
  • sistemi di contromisure mine navali e antisiluro
  • sistemi per mine navali e siluri
  • aerospazio
  • automotive
  • nautica
  • ferrovia
  • contenitori, shelters
  • hangars
  • simulatori di centrale operativa di combattimento
  • simulatori di centrale operativa di propulsione
  • simulatori di plancia
  • caschi balistici
  • caschi volo
  • caschi flydeck
  • caschi antisommossa
  • imbarcazioni per pattugliamento
  • imbarcazioni per ricerche idrografiche
  • natanti
  • tender di servizio
  • avionici, strumentazione per aerei
  • visori notturni per mezzi navali e terrestri
  • visori per aeromobili (cattiva visibilità)